MILANO è VERDE

milano verde manutenzione-integrata ambientale milano

I NUMERI “VERDI” DI MILANO

Milano ha un patrimonio di verde pubblico di circa 24 milioni di mq all’interno di circa 3.000 località censiteche comprendono: parchi storici, parchi, giardini, verde stradale, piazze etc.
Il patrimonio arboreo è costituito da oltre 220 mila alberi di cui almeno 17 sono monumentali. Il 60% degli alberi è distribuito nei parchi e nei giardini, il 29% lungo i filari stradali e il rimanente 11% nelle scuole o nelle aree verdi di pertinenza degli edifici comunali.

milano 24 milioni di mq di verde pubblico

Servizio globale per la manutenzione delle aree a verde pubblico

La quasi totalità delle aree a verde viene gestita dal Comune di Milano attraverso la moderna tipologia contrattuale denominata Global Service.

Questa procedura si basa sul risultato e prevede l’esternalizzazione da parte del Comune di Milano di attività complementari per garantire elevati standard di efficacia, efficienza ed economicità.

Descrizione delle principali
essenze arboree

L’apparato arboreo della città di Milano è composto da oltre 200 specie differenti che rendono la città più bella, vivibile e sostenibile e ne garantiscono la biodiversità.
Fra le numerose specie arboree presenti sul territorio cittadino, le più diffuse, che costituiscono quasi la metà del patrimonio arboreo cittadino, sono:

Acero riccio (Acer platanoides) e Acero di monte (Acer pseudoplatanus):
utilizzati nei giardini, nelle piazze e come verde stradale per l’elegante portamento e per l’effetto decorativo del suo fogliame, si pensi, ad esempio, ai numerosi esemplari presenti in piazza Castello.

Bagolaro (Celtis australis):
utilizzato principalmente come verde stradale per la sua alta resistenza all’inquinamento atmosferico e per la sua rusticità, è presente anche nei parchi e nei giardini nei quali, in alcuni casi, raggiunge notevoli dimensioni, si pensi, ad esempio, all’imponente esemplare presente nel Giardino Guido Vergani.

Platano (Platanus x acerifolia):
nonostante sia presente nei parchi e nei giardini, questa essenza è utilizzata principalmente lungo i viali cittadini grazie alla sua resistenza alle potature, alla sua longevità ed alla resistenza agli inquinanti atmosferici. Albero facilmente riconoscibile grazie alla particolare corteccia a “macchia di leopardo”, lo si trova lungo quasi tutte le circonvallazioni cittadine.

Robinia (Robinia pseudoacacia):
nonostante sia considerata un’essenza dal carattere infestante, è molto diffusa in città, soprattutto nei parchi e nei giardini, poiché se ne apprezza l’ornamentalità, la sua resistenza all’inquinamento e la fioritura profumata. Numerosi esemplari si possono ammirare lungo via Vanvitelli.

Tiglio nostrano (Tilia europaea):
essenza ampiamente coltivata in città per i suoi notevoli pregi estetici e per il delicato profumo dei suoi fiori. Se ne possono ammirare alcuni pregevoli esemplari al Parco Sempione e nei giardini della Villa Reale.

Principali essenze arboree

Molte sono anche le alberature ornamentali caratterizzate da spettacolari fioriture primaverili che vengono utilizzate principalmente nei giardini e nelle piazze per abbellirne e decorarne l’aspetto. Fra queste le più diffuse sono:
Ciliegio da fiore (Prunus serrulata “Kanzan”):
Si caratterizza per le magnifiche fioriture molto dense e numerose che compaiono durante il mese di aprile. Esemplari molto belli si possono ammirare presso il giardino Guido Vergani o lungo viale Filippetti.
Mirabolano (Prunus cerasifera “Pissardii”):
questa specie è molto diffusa nelle alberature cittadine che delimitano piazze di dimensioni ridotte, grazie alla dimensione contenuta della chioma ed alla ornamentalità sia dei fiori, che compaiono tra marzo e aprile.
Si possono ammirare nel Parco delle Basiliche o in piazzale Arduino.
Magnolia (magnolia grandiflora):
è un’essenza diffusa un po’ ovunque nel verde pubblico milanese per le sue pregevoli doti estetiche caratterizzate da bellissimi fiori bianchi profumati e dal lucido fogliame verde, caratteristiche che hanno reso questa pianta una tra le più apprezzate dal punto di vista paesaggistico.
Si possono ammirare presso i Giardini Pubblici “Indro Montanelli”. Particolare è anche la Magnolia stellata e la Magnolia x soulangeana presenti in piazza Tommaseo.

ALBERI MONUMENTALI

Il Settore Verde del Comune di Milano ha recentemente individuato ben 17 alberi che per le loro caratteristiche di età, dimensione o specie botanica possono essere riconosciuti come “monumentali” e quindi meritevoli di una speciale tutela.
Queste opere d’arte della natura rientrano nell’elenco anche per via della loro importanza culturale dato che, alcuni di loro, sono stati testimoni di eventi storici che hanno segnato il capoluogo lombardo.
Le caratteristiche essenziali perché una pianta possa rientrare nella tutela sono: un fusto alto, isolato o facente parte di formazioni boschive naturali o artificiali; un particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale; l’essere inserita in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale.
Un riconoscimento non solo ambientale quindi: al di là del mero aspetto ecologico, un albero monumentale è una testimonianza vivente di una fase della vita degli uomini.

alcune alberature monumentali milanesi
912 aree gioco a milano