Il primo taglio non si scorda mai

NEWS APRILE

Il primo taglio non si scorda mai

La primavera è iniziata e le temperature sono cresciute insieme alla vegetazione urbana che, forte del cambio termico, ha ripreso la propria fase vegetativa. Uno degli elementi di maggior rilievo visivo durante i primi giorni di primavera è il tappeto erboso che cresce improvvisamente ed intensamente.
Per far fronte a questo cambiamento, il personale MIAMI si è organizzato per affrontare il primo taglio della stagione, quello più importante, che costruisce le basi per la buona salute del tappeto erboso estivo. I lavori necessari a ridare vigore e colore ai prati dipendono chiaramente dallo stato in cui versa e da come ha superato l’inverno. Consci del fatto che il primo taglio va eseguito solo quando l’inverno è realmente terminato, ovvero quando non c’è più il rischio di gelate tardive e soprattutto quando la temperatura del suolo è stabilmente sopra i 10/12 gradi centigradi, MIAMI ha iniziato le operazioni di taglio quando la morsa del grande freddo sovietico, ha lasciato Milano. Proviamo allora a dare qualche consiglio utile a tutti gli Urban Gardeners per affrontare al meglio il primo intervento nel proprio giardino.
Come manutentori e gestori del verde pubblico del Comune di Milano, possiamo affermare che il taglio del tappeto erboso, va eseguito solo quando lo stesso ha raggiunto i 7 cm di altezza, in modo da eliminare solo la parte aerea senza intaccare l’apparato radicale. Con il passare delle settimane e con l’aumentare delle temperature, il tappeto erboso dei vostri giardini inizierà a crescere molto più rapidamente, costringendovi ad aumentare il numero di tagli. Il mese di aprile infatti, a causa dell’innalzamento progressivo e repentino delle temperature del suolo, vede una crescita del manto erboso di 4-5 cm alla settimana.
Quando il tappeto erboso raggiunge un’altezza variabile tra i 7 e gli 8 cm, diventa poco fruibile modificando la propria natura (aumento del feltro, maggiore suscettibilità alle malattie, ombreggiamento della Poa con sua graduale scomparsa etc). Ecco perché è molto importante durante questa crescita, aumentare la frequenza di taglio, accorciando il manto erboso due volte alla settimana concimando adeguatamente con prodotti a base di azoto al fine di consentire un miglior infoltimento dell’erba. Quando possibile, si consiglia l’attivazione degli impianti di irrigazione in modo da evitare fenomeni di ingiallimento.
Con questi spunti operativi, speriamo di avervi dato tutte le informazioni necessarie per mantenere il vostro prato in condizioni adeguate.