Il Bosco di Parco Verga

NEWS NOVEMBRE

Il bosco di Parco Verga

A nord-ovest di Milano, nel centro del Municipio 8, a metà novembre è stato completato un nuovo bosco. Dalle ceneri dell’ex impianto di raffineria che, negli anni ‘90 ha subito un processo di importante bonifica ambientale, è nato il Parco Verga progettato e disegnato dall’Architetto inglese Diana Armstrong Bell che ha voluto riprodurre la continuità tra l’area verde urbana e il tipico paesaggio della pianura padana. Il disegno del Parco si ispira infatti alle linee rette delle capezzagne delle risaie ed alle tipiche forme delle siepi-filari. In questo contesto particolarmente affascinante MIAMI, con un intervento straordinario, ha messo a dimora nella prima parte del mese di novembre 179 alberi facenti parte del piano piantumazioni dell’anno 2018 che nel Municipio 8 prevede la messa a dimora di circa 1.000 alberi totali.
L’area ha visto la piantumazione di moltissimi esemplari appartenenti a diverse specie facenti parti della flora autoctona del bosco planiziale, integrandosi così nell’ecosistema già esistente. Tra le più importanti troviamo specie autoctone come:
– Popolus spp. – volgarmente detto Pioppo
con un altezza che varia tra i 15 e i 30 metri, il pioppo è una specie diffusa per lo più nell’emisfero boreale che appartiene alla famiglia delle Salicaceae. Nelle specie più giovani la corteccia è liscia mentre con l’avanzare dell’età diventa rugosa e fessurata.
– Tilia sp. – volgarmente detto Tiglio
sono alberi dalle notevoli dimensioni hanno una vita che può raggiungere i 250 anni. Il loro tronco, robusto alla base è frequentemente cosparso di polloni. La corteccia dapprima liscia, presenta con il passare del tempo screpolature longitudinali.
– Fraxinus spp.- volgarmente detto Frassino
le specie di questo gruppo hanno generalmente una crescita rapida e riescono a sopravvivere in condizioni ambientali difficili come ad esempio zone particolarmente inquinate, con salsedine o forti venti.
– Quercus sp. – volgarmente detta Quercia
è un albero longevo distribuito in buona parte dell’emisfero boreale con alcune estensioni nell’area tropicale delle Americhe, nord Africa e Asia. In natura appaiono isolati e dal portamento maestoso ma spesso sono coltivati per la produzione di legno
Le essenze scelte hanno un valore non solo ornamentale ma soprattutto ambientale; le loro dimensioni medie (6 metri di altezza con circonferenze dai 21 cm ai 25 cm) le permettono infatti di essere già importanti trasformatrici di anidride carbonica inoltre la chioma permette loro di mitigare la temperatura dell’aria nelle calde giornate estive e le radici, sviluppandosi anche in profondità, permettono la stabilizzazione di eventuali metalli pesanti presenti nel terreno. Il Parco Verga, con i suoi 179 alberi si inserisce nella rete di parchi cittadini milanesi con alto valore ambientale ed economico. La continua crescita di aree boscate continuerà nei mesi invernali al fine di dare alla città un aspetto verde nell’immediato futuro, sopperendo alle dinamiche climalteranti che la coinvolgono.