Gli alberi e le potature – Lo sguardo del tecnico

NEWS OTTOBRE

Gli Alberi e le Potature

Intervista a Gabriele Betti

Dottore in Agraria, laureato all’Università Statale di Milano in Gestione del verde Ornamentale, lavora dal 1° aprile 2017 per la consortile MIAMI s.c. a r.l. nel ruolo di Responsabile Alberature, occupandosi della gestione degli alberi siti nel territorio comunale di Milano, della valutazione di stabilità, degli abbattimenti e della programmazione degli interventi sulle alberature.

Parliamo di alberi e potature

L’albero è una pianta in grado di provvedere in autonomia al suo mantenimento ma quando sita in ambiente urbano, data la particolarità del contesto, per rispettare alcuni parametri di sicurezza, viabilità, convivenza uomo-natura deve essere controllata e gestita dall’uomo.

La manutenzione e la gestione dell’albero che viene abitualmente svolta è la potatura, l’abbattimento, la spollonatura, il consolidamento e/o ancoraggio e il tutoraggio. Con l’inizio dell’autunno, i tecnici di MIAMI insieme al Comune di Milano predispongono un piano di lavorazione rivolto principalmente alle potature. Ogni intervento svolto, differisce in funzione del risultato che si sceglie di ottenere (contenimento, alleggerimento, innalzamento, abbassamento, rigenerazione, capitozzatura, pollarding), del periodo in cui si interviene (potatura di rinnovo, di rimonda), del tipo di taglio che si adotta (taglio di ritorno, di ritorno sul grosso, cimatura) e della fase di sviluppo dell’albero (potatura di formazione, di allevamento, di mantenimento).

Praticare la potatura è un lavoro complesso che necessita di competenze specifiche relative alla tecnica di taglio, alla sicurezza e alla fisiologia dell’albero. La potatura può essere definita come lo strumento finalizzato a fornire all’albero la possibilità di crescere in un contesto urbano.

I mesi compresi tra novembre e marzo saranno dedicati a questo tipo di attività in quanto la pianta, entrata nella fase di riposo vegetativo, subisce minore disagio e minore stress a seguito del taglio. Nonostante la regola che definisce il periodo di potatura nelle stagioni autunno e inverno, ci sono alcuni interventi, come ad esempio la rimonda, che devono essere effettuati durante la stagione vegetativa al fine di garantire la sicurezza dei cittadini.

Se il periodo in cui si svolge la potatura è quasi una regola, non vale lo stesso per le tipologie di essenze che preferiscono essere potate, infatti esistono specie che meglio sopportano la potatura di altre. I Pioppi, le Betulle, le Sofore, l’Ippocastani “mal digeriscono” potature di livello medio-alto, in quanto hanno difficoltà nel reagire alle ferite, mentre gli Olmi reagiscono in modo diverso, producendo una innumerevole quantità di nuove ramificazioni al di sotto del taglio. Solamente con un’approfondita conoscenza degli alberi è possibile effettuare potature corrette. Il taglio è quindi un intervento delicato, che segue norme precise alle quali i nostri operatori devono attenersi per svolgere il taglio correttamente.
Se osserviamo un operatore MIAMI durante la potatura, si noterà che per prima cosa rimuove tutti rami secchi, malati, mal conformati e mal posizionati con l’obiettivo di ristabilire un equilibrio tra pianta ed ambiente e poi svolgerà l’azione di rimozione delle ostruzioni ed ostacoli, prediligendo la potature di ritorno con rimozione dell’asse principale (ramo) a favore del laterale. Possiamo affermare che la miglior potatura è quella che non si vede, ottenuta da un taglio adeguato e un corretto e puntuale piano di manutenzione.

Le potature dell’anno 2017/18 sono state programmate insieme al Comune di Milano e per ogni Municipio in accordo con i singoli tecnici di zona è stata predisposta la potatura, cercando di minimizzare il disagio al traffico veicolare e pedonale. L’obbiettivo per la prima sessione di potatura di MIAMI è sanare le situazioni più critiche per poi procedere per quelle aree in cui l’intervento si rende necessario per contenere un eccessivo sviluppo arboreo. Nonostante il nostro impegno nell’individuare lo stato di salute degli alberi, non sempre questo stato risulta di facile lettura, per cui chiediamo ai cittadini, attraverso l’APP “ghe pensi mi” di monitorare la propria area informando MIAMI.